Fiori

Da_regalare Chiesa Ricevimento Auto

Bouquet Linguaggio

I fiori sono la cornice di una giornata indimenticabile e con la loro effimera bellezza sottolineano un evento che avrà, si spera, la durata di una vita ! Fanno parte del budget della cerimonia e vanno scelti tenendo conto di tutto l’insieme, del tono che si vuole dare al matrimonio, della stagione e dello stile più adatto agli sposi ed alle loro famiglie. Le decorazioni floreali vanno affidate a delle persone esperte capaci anche di consigliare e aiutare nella scelta dei tipi di fiori e negli accostamenti: di solito a comiciare dal bouquet e per finire all’auto degli sposi , passando per la chiesa (ma si può anche personalizzare il rito in municipio con addobbi floreali), e per il ricevimento ci deve essere un filo conduttore che armonizza il tutto i nostri fiorai sono scelti per la loro capacità e per il gusto sicuro.

DA REGALARE

Alla sposa ed alla mamma della sposa si inviano fiori, specialmente se il ricevimento avverrà in casa di lei: le amiche della mamma con un biglietto affettuoso per “consolarla” di quella che inevitabilmente è una gioia mista ad un dolore per l’allontanamento della figlia, un invitato che non ha avuto tempo di scegliere un regalo o di sottoscrivere la lista nozze, l’amica del cuore di lei perché niente meglio di un fiore parla con tenerezza della loro confidenza.
Si potrà scegliere tra una composizione di fiori recisi od una pianta fiorita, meglio lasciar perdere i mazzi che richiedono di essere aggiustati nei vasi con acqua , sarebbe un pensiero in più ed un piccolo problema da risolvere.
Secondo le intenzioni e le possibilità, dal più piccolo bouquet alla mega composizione “chenonpassadalleporte” i fiori sono sempre graditi e parlano bene di chi li invia.

Se è possibile, è buona norma di galateo, portare i fiori nel luogo del ricevimento con il biglietto augurale del donatore infilato fra i rami perché possano essere ammirati da tutti.

IN CHIESA

La decorazione della chiesa può sensibilmente cambiare e di solito migliorare l’aspetto e l’atmosfera dell’ambiente: certo che l’archittettura, l’epoca, lo stile della chiesa ispireranno e influenzeranno la scelta per le decorazioni.
Meglio affidarsi a una buon professionista dei fiori che in base al gusto ed la budget saprà realizzare qualcosa di originale e di perfettamente adeguato.
Non sempre il bianco è protagonista assoluto, si pussono scegliere dei colori guida,( non troppi!) e fare decorazioni con rami e foglie verdi; non solo fiori… ci sono anche frutti e candele, e nastri, e spighe di grano in estate, se la fantasia e la professionalità non mancano l’effetto sarà garantito!

PER IL RICEVIMENTO

Fiori anche a tavola, ma senza esagerare, e soprattutto attenti ai profumi, in questo caso meglio che sia quello del cibo a prevalere.
Una composizione di fiori e frutti per il o i buffets accanto ai piatti di portata e tanti piccoli centri tavolo nello stesso stile ad ogni tavolo degli invitati, infine uno un poco più grande e originale al tavolo degli sposi; ma anche un singolo fiore posato sul tovagliolo può essere un’idea delicata.

PER L'AUTO

Se si decide di noleggiare la vettura è bene concordare in anticipo il tipo di addobbo con cui dovrà essere ornata, in modo che, al momento del ritiro, sia pronta per andare a prendere la sposa a casa o nel luogo dove abbia indossato l’abito. Se invece l’auto viene prestata da un amico o da un parente, è bene non addobbarla molto tempo prima della cerimonia in modo che i fiori non si sciupino. E’ meglio che ad ornare la vettura sia la stessa persona che si è occupata di addobbare la chiesa, in modo che ne segua lo stile ed eventualmente scelga lo stesso genere di fiori.
Poiché il fioraio dovrà preparare una composizione di fiori da sistemare sul pianale tra lo schienale posteriore e il lunotto, è bene che sappia in anticipo il tipo e la dimensione dell’auto.
Un consiglio di buon gusto: non esagerate nell’addobbo esterno, ma disponete solo qualche nastro bianco.
Per non rovinare i fiori è bene consigliare all’autista di posteggiare l’auto all’ombra.

IL BOUQUET

Il bouquet, immancabile, deve abbinarsi alla linea dell’abito:
voluminoso se il vestito è lungo e con lo strascico, più piccolo ed essenziale se invece la sposa indosserà l’abito corto.
Il bouquet cascante andrà bene se l’abito è lungo e importante, quello a fascio se invece è più semplice.
Non è necessario che la composizione sia particolarmente originale, l’importante è che si intoni ai sentimenti della sposa che, alla fine della cerimonia, lo lancerà verso le amiche che attendono speranzose ai piedi della scalinata: chi sarà la fortunata che si sposerà entro l’anno?
Per tradizione ci dovrebbero essere i fiori d’arancio ma, in alternativa, la sposa può scegliere la composizione tenendo conto del simbolismo dei fiori: per esprimere purezza e semplicità sono adatti il ciclamino, il giglio la margherita e il mughetto; la rosa bianca e l’orchidea sottolineano invece la bellezza della sposa, mentre l’amore eterno che legherà la coppia si può esprimere con la rosa rossa e col non ti scordar di me.

IL LINGUAGGIO

COSA CI DICONO I FIORI?
ACACIA = amicizia
ANEMONE= semplicità
BUCANEVE = consolazione
CAMELIA = ritrovarsi
CICLAMINO = semplicità
CROCO = forza
GARDENIA = simpatia
GAROFANO = non dimenticare
GELSOMINO = amabilità
GIACINTO = benevolenza
GIGLIO = innocenza
MARGHERITA = candore
MUGHETTO = purezza
NON TI SCORDAR DI ME = amore eterno
OLEANDRO = baldanza
ORICHIDEA = sei bella
PALMA = vittoria
ROSA ROSSA = ti amo
ROSA BIANCA = sei un angelo
SPIGA DI GRANO = ricchezza
TUBEROSA = voluttà